Gli disse allora uno dei suoi discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: «C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?».

Gv 6,8-9

IL RACCONTO EVANGELICO

Allora Gesù, alzàti gli occhi, vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: «Dove potremo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?». Diceva così per metterlo alla prova; egli infatti sapeva quello che stava per compiere. Gli rispose Filippo: «Duecento denari di pane non sono sufficienti neppure perché ognuno possa riceverne un pezzo». Gli disse allora uno dei suoi discepoli, Andrea, fratello di Simon Pietro: «C’è qui un ragazzo che ha cinque pani d’orzo e due pesci; ma che cos’è questo per tanta gente?». Rispose Gesù: «Fateli sedere». C’era molta erba in quel luogo. Si misero dunque a sedere ed erano circa cinquemila uomini. Allora Gesù prese i pani e, dopo aver reso grazie, li diede a quelli che erano seduti, e lo stesso fece dei pesci, quanto ne volevano. E quando furono saziati, disse ai suoi discepoli: «Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto». Li raccolsero e riempirono dodici canestri con i pezzi dei cinque pani d’orzo, avanzati a coloro che avevano mangiato. (Gv 6, 5-13)

IL PROGETTO

A volte il nostro piccolo contributo sembra “niente” rispetto ai bisogni reali dei più bisognosi. Eppure senza quel gesto coraggioso e semplice di quel ragazzino Gesù non avrebbe potuto compiere il miracolo; senza quel gesto di condivisione non avremmo avuto la “moltiplicazione”.

Quel ragazzino non ha detto: “questi 5 pani e 2 pesci basteranno a mala pena per me e per i miei cari; se li condivido non mangeremo a sufficienza ne noi ne tutti gli altri”. Non ha nascosto il poco che aveva ma lo ha condiviso. Senza questa condivisione Gesù non avrebbe mai potuto operare la moltiplicazione.

Il progetto “5 pani e 2 pesci” parte proprio da questa logica evangelica. Condividere il nostro poco per moltiplicarlo. Magari puoi donare solo 1; se invece organizzi una cena e inviti 8 amici e a questi amici racconti della Terra Santa e tutti possono dare 1, come te, alla fine della serata avrai raccolto 9 per i bisogni dei cristiani di Terra Santa. Il tuo 1 è diventato 9.

Questo progetto ha bisogno solo della tua creatività e del tuo desiderio di coinvolgere altri. Nulla di più.

ALCUNI ESEMPI

Cene solidali: vuoi raccontare agli amici del tuo recente pellegrinaggio in Terra Santa? invitali a cena (o in pizzeria) e coinvolgili in qualche progetto di solidarietà.

Tornei: hai degli amici con cui condividi la passione per il gioco del calcio o di altri sport (fino al gioco delle carte)?

Concerti: fai parte di un coro? Suoni qualche strumento in qualche orchestra?

Tombolate; vendita di torte …

… e molto altro ancora … secondo la vostra creatività e fantasia.

Powered by Rainoldi Grafica

Copyright © 2015 Commissariato di Terra Santa del Nord Italia | All Rights Reserved